lunedì 23 marzo 2020

LA LEZIONE CORONAVIRUS; la crisi dell'umanità verso il nuovo ordine mondiale


LA LEZIONE CORONAVIRUS;

la crisi dell'umanità verso il nuovo ordine mondiale





Come affermo in questo video, molto crudo, questo virus non è un tiratore scelto, non ha mirato al cuore e al cervello di questo sistema malato. Anzi, forse ne è addirittura figlio (..) Forse dovrebbe chiedere i diritti al regista di "Contagion", un film del 2011.. 
Chi ne ha saputo trarre una preziosa lezione, in realtà non ne aveva assolutamente bisogno. 
Come ricostruiremo se abbiamo perso la saggezza dei nostri anziani, memoria storica, i più sensibili, temo i migliori? 
Resta il suolo coperto di cadaveri che ancora non possono essere pianti e seppelliti dignitosamente.



 






Che ci sia luna, (una speranza), sul sentiero notturno, (in questa tragedia collettiva), di chi porta fiori, (di chi semina ancora, lotta ancora e fa crescere in silenzio i fiori più belli della sua anima. Semina per le nuove generazioni, con umiltà).








La mia guerra personale continua. Continuerò a dare voce ai giusti, a lavorare con umiltà e in silenzio per le nuove generazioni.
I giusti sono gli ultimi, gli umili, quelli che sono davvero artefici delle vere rivoluzioni durature: solo che sono silenziosi, ci mettono anni e purtroppo non c'è più tempo!











Da atea, scrissi questa preghiera. Come la musica è la lingua universale, anche il grido di pietà giunga unanime non solo a Dio, che è l'unico ad ascoltarci, ma a chi vuole ucciderci per i suoi biechi interessi, senza farsi scrupolo alcuno. Restiamo uniti davvero. Come in questo video, dove ogni confessione, ogni ateo, ogni uomo, urla che esiste, che vuole vivere al meglio, protagonista del miglioramento globale. Abbiamo tutte le carte in regola per farcela: le nostre anime e i nostri cuori parlano la stessa lingua. Ne ho le prove: "Cinema d'ascolto" una raccolta di saggi in cui affermo che la pace è davvero possibile! Avevo intuito le basi universali che conferiscono alla musica il suo essere...l'ho raccontato per vent'anni. Ho seminato lungamente. Ho scritto, detto, musicato il futuro da troppo tempo. Non amo dire che l'avevo già detto. Quand'anche tutto questo finirà, non mi troverete in strada a brindare: resterò sola, in silenzio, a ringraziare Dio e i medici, nelle cui mani siamo tutti quanti. Continuerò a dare voce a quei pochi giusti rimasti.






In fondo, sono solo un "menestrello".



mercoledì 8 gennaio 2020

Terra, il nuovo spettacolo

Terra! #staytuned

Alla luce degli ultimi fatti accaduti nel mondo, un umile compositore può solo prenderne atto, ed è tentato di non "dire" più nulla ad un'umanità che continua a soffrire, rinnegarsi, deludere se stessa.
Ma poi penso al poeta del film "Il cielo sopra Berlino" e mi risuonano nella mente le sue parole: "L'umanità perderà il suo cantore"
Perché questo sono quelli della mia "razza", cantori dell'umanità.

Procede il mio viaggio quindi, con l'aiuto del mio fedele destriero nero a 88 tasti con la coda, a scrivere le musiche di  uno spettacolo teatrale dal titolo "Terra", di Lorenzo Alfieri: un lavoro molto complesso, dedicato a madre Terra, un pianeta da conoscere, amare e proteggere.
Che la Musica sia lo specchio ammonitore più vero per l'Uomo.

#Terra2020 #mariangelaungarocompositrice


sabato 7 settembre 2019

Il brano più commovente che io abbia mai scritto. LAST FAN -PIANO SOLO







...che io abbia mai pubblicato...

#pianosolo #originalsoundtracksMariangelaUngaro
https://www.youtube.com/watch?v=WdzJewRbkHI&feature=youtu.be
LAST FAN; di Mariangela Ungaro e Gacomo Lattuca.
Pianista: SIMONE PIONIERI.

Molti anni fa il compositore Giacomo Lattuca scrisse un'idea tematica. Si rivolse all'arrangiatore (e artista poliedrico) Emanuele Contreras che ne desunse una seconda idea tematica.
Emanuele morì dopo aver lottato quattro anni contro il cancro, e il brano "last fan" resrò incompiuto.

La compositrice e pianista Mariangela Ungaro ha ritrovato i relitti del brano e ne ha realizzato un pezzo per pianoforte solo commovente, in ricordo del suo amato compagno; nel video si vedono alcuni momenti in cui lei suona e scrive la partitura...

Il pezzo vede la luce il 10 Agosto 2019. Si scrive da solo.
E termina nella notte delle stelle: Emanuele aveva chiamato i suoi studios Stardust.
pianista esecutore: SIMONE PIONIERI

Scrive la compositrice, a proposito del brano:
"Le musiche più importanti nella vita di un musicista sono quelle che si scrivono da sole, diciamo così, senza entrare in questioni di anima, Dio, psicoanalisi o del "farsi vaso" omerico...
Sono quelle che un compositore scrive per esigenza, senza richieste o soldi in cambio, con umiltà, studio, sogno, mestiere e fatica.
Il mio ultimo brano per pianoforte ha una lunga e sofferta storia, sembra uscito dalle intricate vicende che si snodano nei romanzi di Zafon, dai sogni di Emanuele Contreras e Giacomo Lattuca, dal moto ondoso del mare
- perenne perplessità ma esatta e concorde -
E si conclude oggi, nella notte delle stelle ...
Dedicato anche a Cinzia Bauci e Biagio Botti.
"Last Fan" (l'ultimo ventaglio).
In forma sonata. Piano solo".

Grazie a tutti.

mariangelaungaro@gmail.com